Sintonizzandosi

Nel silenzio del nuovo mondo ogni tanto per non impazzire accendo la radio e premo sul pulsante del sintonizzatore ma é molto difficile trovare nuove frequenze. Premo, lascio, fruscii… premo, lascio, ancora brusìì… premo ancora e silenzio, e ripremo, e ricomincia il giro.

Allora prendo il foglio dove avevo scritto la lista delle vecchie frequenze prima di cancellarle chenonsisamai e scorro la lista, dicendomi che forse magari potrei ascoltare qualcosa da qualche vecchia voce, forse potrei addirittura fare delle domande se qualcuno finalmente mi rispondesse e potrei capire qualcosa, avere delle nuove coordinate perlomeno anche delle ipotetiche tracce andrebbero bene, mi dico.
Lui stavolta risponde. E’ talmente lontana la sua voce, la sua voce é così diversa da farmi dubitare per un attimo se davvero sia la sua, questa sua voce così lontana e così fredda, senza più neanche una briciola di malizia e neanche una parvenza di dolcezza, ci sono addirittura dei fruscii metallici anche nel mezzo della sua sgradevolmente imbarazzata anche se davvero diplomatica come si conviene alla sua posizione voce che poi è solo una voce che sa di nulla anche se incredibilmente mi sta rispondendo e mi dice finalmente quello che già da un pezzo sapevo: che no, non c’era un perché.

Spengo e ascolto: da qualche parte hanno acceso dei gRi-LLi.

Annunci

2 thoughts on “Sintonizzandosi

  1. Come racconti bene, Mimi.
    Da bambino passavo le ore a parlare con una radiolina giocattolo
    A presto 🙂
    Rodrigo

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...