Un codice é un codice

Certo, mi sono persa.

Ci pensi mai tu prima di fare una telefonata simile che dall’altra parte potrebbe esserci qualcuno che tra poco si perderà? Qualcuno che si sta sedendo, mentre capisce – quasi contemporaneamente al tuo “mi dispiace signora” – come sta per andare a finire l’ultima speranza che aveva, mentre con una mano regge il telefono e con l’altra si tiene la fronte: non c’é nessuno che le tiene la fronte, nessuno che le scosta la sedia, nessuno ad accendere la luce magari, perché anche se non lo sai é calato un certo buio nella stanza, non c’era prima e tu sicuramente non lo hai visto dal tuo luminoso prestigioso ufficio, ma é cominciato a scendere man mano che le tue parole andavano avanti, con piccole ombre nebbiose intorno, poi con pennellate decise opache nerofumo.

Ma tu sei andato avanti comunque e lei ha ribattuto ha chiesto e proposto comunque anche se non sapeva più dov’era e tu hai continuato a rispondere e a spiegare quell’ennesima fine come se fosse perfettamente normale: un codice allineato a un altro codice in colonna, poi la somma, poi sotto la firma. “Lei ha firmato signora. Non c’é niente da fare”.

 

 

Annunci

6 thoughts on “Un codice é un codice

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...