Decifrando

angelo

Torno indietro mia cara: mentre pensavo di andare avanti questa strada invece mi porta più indietro che mai, e lì, in questi angoli che dovrei conoscere alla perfezione mi costringe a guardare, studiare, scavare più a fondo di quanto non abbia mai fatto, mentre tutto stranamente mi appare un po’ diverso e soprattutto mentre

  1. non so neanche più se mi trovo nel passato o nel presente
  2. non so dov’é il nodo da sciogliere, l’enigma da decifrare tanto appaiono come certe misteriose e scolorite iscrizioni, questi miei giorni.

Così mi fermo, osservo, come gli storici prima arretrando di qualche passo, poi tornando da più vicino, ma siccome

  1. non so dove dovrei puntare il dito indicando come loro con quella specie di sapiente leggerezza mentre cominciano a tradurre declamando lentamente sillaba per sillaba ormai con sicurezza a voce alta, con malcelata soddisfazione così vicina alla felicità, io no! 4. Non so! Taccio allora, continuo a guardare e a tacere e non dico niente di quello che è neanche a te, non ti dico che non ho decifrato ancora niente ed il peso dei miei giorni è lo stesso a sera quando torno e li metto sulla bilancia come sempre e neanche che il mio angelo continua a mancarmi. Io non ho mai visto il suo volto e neanche le sue ali, ma mi manca la sua voce…
Annunci

9 thoughts on “Decifrando

  1. Sul pavimento della Basilica di San Vitale a Ravenna, davanti all’altare, c’è un mosaico che rappresenta un labirinto a spirale. Mentre lo percorri, vivi l’esperienza quasi ansiogena di allontanarti continuamente dal punto di uscita, tornando sempre indietro, sempre all’inizio, sempre vicino allo stesso punto da cui sei partito (poi lì basterebbe fare un passo, per abbattere tutte le regole e arrivare lo stesso; ma se segui il percorso è così: la strada è quella, torni indietro, torni indietro, torni indietro e alla fine sei fuori. Purtroppo quel giorno ero distratta e non ricordo se all’uscita ci fosse un angelo 😦
    Io credo che nell’anima il tempo sia uno solo

  2. sì, proprio come tu scrivi. Ti sembra di essere dove eri prima, ma è tutto un po’ diverso da prima, infatti sei impercettibilmente altrove

    1. Sono molto sorpresa e curiosa… che possa esisterne un percorso simbolico simile, cerco di capirlo da giorni!! Mi informerò 🙂 oh grazie, é un bellissimo regalo.

      1. In realtà è una cosa molto piccola, che passa quasi inosservata. Rischieresti di rimanere delusa. Però il simbolo è potente, sì, specialmente mentre lo percorri, perché pur essendo piccolo richiede un certo tempo per uscire

      2. “Oltre al motivo della stella polare a otto raggi, ripetuto più volte per terra e nella struttura stessa della basilica una delle mete più interessanti è il labirinto sul pavimento del presbiterio, proprio di fronte all’altare, del diametro di circa tre metri e mezzo, risalente al XV secolo.

        Il percorso labirintico non si ferma al simbolismo, seppure chiarissimo, del cammino iniziatico. In virtù del suo andamento a spirale segnala e ingenera una corrente energetica, in grado di purificare e di elevare chiunque si trovi a ripercorrerlo con concentrazione, imitando i devoti pellegrini del medioevo. E’ infatti sinonimo di ritorno al centro, ovvero l’illuminazione, conseguita attraverso il viaggio della vita, le sue difficoltà, le sue prove. E’ composto di sette volute, finalizzate a caricarsi di energia cosmica, abbandonando quella pesante e terrestre.

        Nei primi anni della cristianità il labirinto spesso era il simbolo del percorso verso la purificazione. Trovare la via d’uscita dal labirinto è un atto di rinascita, oggi come allora.”

  3. Ehi! Come sei documentata! Per parte mia posso confermare l’energia spirituale di quel percorso, quella che prima ho identificato come “ansia”. Non mi ero accorta che le volute fossero sette. Questo per me aggiunge fascino al labirinto..(in questi giorni ho un conto in sospeso col 7 e con l’8)

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...