Dove poserai il tuo fardello?

confessionale

Le parole che nessuno ascolta

tra le ali dorate, i riccioli

tra le fiammelle, le mani giunte

restano su quella grata:

vorrebbero

s  u  s  s  u  r  r  a  r  e.

Annunci

Il verdetto

Com’é strano il giorno in cui cammini e nessuno vede la tua pena: metti un passo davanti all’altro senza neanche sapere come mentre aspetti il verdetto, senza neanche sapere che giorno sia o se ci sia più o meno il sole o quanto tempo sia passato da quando hai iniziato in quell’ìnterminabile meccanico modo a camminare.
Sembra forse che tu stia passeggiando o persino andando da qualche parte, come ti cammina a fianco o chi ti sfiora passando, mentre invece stai sgranando una specie di rosario inventato su quegli interminabili secondi disperati e nel frattempo fingi di guardare una vetrina e quel qualcun’altro che attraversa la strada ti guarda, ti riconosce, persino ti saluta. Non ha notato niente di diverso…

E’ troppo strano il giorno in cui cammini e nessuno vede la tua pena, ma ancora non sai che – a breve – dovrai riviverlo.

(…)