16/06

Ti mando

gli otto filari, quella casa

e la pennellata d’oro sulla collina

 

che aldilà a distanza d’altre curve

sbiadisce già l’orizzonte

e il mio sguardo non conosce il colore delle nuvole.

 

Ti mando il piccolo capanno

i rotoli di fieno intorno

e la stradina che scende nella valle

 

che aldilà non vado, non torno

apro e resto: aspetto il vento.

 

 

Annunci

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...