Ringrazio

(visto che sembra terapeutico, proviamolo)

 

per tutto quello che ho visto

per gli occhi, ringrazio

per tutti i verdi

(le mie dita tra i fiori e sul muschio, le mie braccia intorno agli arbusti)

per tutti gli azzurri di tutti i miei cieli, di tutti i miei mari

(le mie labbra baciate dai venti, immerse fra le onde)

 

per le altezze e per i fuochi delle profondità

ringrazio

per i tremiti e il calore

per l’amore nel petto di un abbraccio

 

e per tutti gli incroci, i bivi coi precipizi a lato

per tutti i passi su tutte le strade

con i fari o il buio

(sperando ne restassero le mie orme).

 

(…)

 

Annunci

10/12

 

Di questo tempo dove non so

se è tutto passato

o tutto ancora da accadere

 

se è tutto perduto

o tutto ancora da trovare

 

come in un turbine

un chiarore.

 

02/12

 

Di tutte le mancanze

in quest’ora

 

il fruscio delle foglie secche

dell’istrice, del piccolo riccio

della corsa furtiva della volpe

 

il battito d’ali degli uccelli notturni

su fino ai rami degli alberi signori

 

i loro occhi brillanti su di me

i loro canti che iniziano

insieme al vento leggero.