Parole d’inverno

Ho detto del mio cuore, verde, a primavera
e del blu profondo del mio mare quando d’estate tornai tra le sue onde
e di quei passi scricchiolanti rosso autunno
ho scritto, cantando

d’inconfondibili, rotonde, vocali
e sussurrate emme d’em-ozioni
e rotolanti erre d’allegr-ia
fino alle ferite esse, di questo s-anguinoso, s-ilenzioso, inverno
fino a s-tanotte
ecco.

E stanotte? Pensai.
Traccerò parole d’amore, col dito, sulla neve.

 

Annunci

Il mantello

velo2

Tesserò

dei nostri petali un mantello

 

che ci sia velo d’ombra nelle estati

che ci avvolga nelle sere dell’autunno

 

con il vento dei pensieri

con i fili dell’attesa

tra le dita

intreccerò.